Sicilia, M5S: “Con Legge di Bilancio aiutiamo ex province proteggendole dal prelievo forzoso. Contri buto per dissesto idrogeologico”

Palermo, 20 dicembre – “Siamo a Roma per lavorare sulla Legge di Bilancio, fondamentale per l’Italia e le sue regioni. Come Movimento 5 Stelle abbiamo raggiunto dei risultati importantissimi per la nostra Sicilia, per esempio sulle iniziative per fronteggiare il dissesto idrogeologico e a livello economico per aiutare le ex province alle prese con il prelievo forzoso”. Lo dichiara la parlamentare del Movimento 5 Stelle, deputata alla Camera, Roberta Alaimo.

Come scrive Alaimo su Facebook, “sul dissesto idrogeologico, gli enti competenti (Comuni, ex province ecc…) potranno assumere tecnici a tempo determinato, anche attingendo alle graduatorie vigenti. Personale qualificato necessario per accelerare i processi di attuazione degli investimenti sul dissesto idrogeologico, mentre per quanto riguarda il prelievo forzoso alle ex province, abbiamo aumentato il contributo a favore delle Città Metropolitane e dei liberi consorzi della Regione Siciliana da 80 a 90 milioni di euro, importante traguardo per consentire agli enti pubblici di garantire i servizi fondamentale per i cittadini”.

“Tra i risultati che voglio ricordare, figurano la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’avviso di gara per il secondo lotto di lavori sulla SP4 ‘Portella di Poira’ tra San Cipirello e Corleone. Un appalto di 4 milioni di euro per la sistemazione dei tratti di strada interessate da frane. Senza la diminuzione del prelievo forzoso questi lavori non sarebbero mai partiti. Continua come sempre il nostro impegno per il territorio” ha concluso.