Palermo, interrogazione parlamentare su balzello suolo pubblico. M5S: “Imprenditori vanno aiutati, n on vessati. Proposto tavolo tecnico al Comune”

“Decreto Rilancio garantisce ampliamento a costo zero

Palermo, 13 giugno – Un tavolo tecnico con le associazioni di categoria e la modifica della delibera della giunta comunale sul suolo pubblico di Palermo. E’ questa la proposta avanzata dal Movimento 5 Stelle e indirizzata al Comune di Palermo. A firmarla sono i deputati nazionali Adriano Varrica e Aldo Penna, insieme al capogruppo dei Cinquestelle al Comune, Antonino Randazzo. “Il Decreto Rilancio – spiegano – garantisce l’ampliamento di suolo pubblico a costo zero, tramite presentazione per via telematica, allegando ‘la sola planimetria’. Il Comune di Palermo, invece, chiede agli imprenditori di produrre una perizia asseverata che naturalmente si traduce in un aggravio economico per le aziende che invece, soprattutto in questo periodo di crisi post coronavirus, dovrebbero venire agevolate. Per questo motivo, come deputati nazionali, abbiamo depositato un’interrogazione parlamentare, al fine di consentire al Ministero competente di valutare la corretta applicazione della norma nazionale da parte del Comune di Palermo e di altri comuni italiani”.

E a proposito della recente ordinanza sindacale, emanata qualche giorno fa a Palermo, che regolamenta la vendita di alcolici e pone altri limiti a gestori e clienti, gli esponenti M5S lanciano una proposta: “Le restrizioni del Sindaco in questa fase di ripartenza hanno rappresentato una vera e propria doccia fredda per molti imprenditori che già si trovano a gestire una difficile riapertura dei propri locali. Riteniamo pertanto che sia necessario avviare un tavolo di confronto, possibilmente permanente, dal momento che siamo convinti che il dialogo possa aiutare a trovare un equilibrio e un bilanciamento di interessi tra la salute pubblica, la sicurezza e l’esigenza legittima degli operatori, oltre a quella dei cittadini”.