RIFIUTI, M5S: “RICONOSCIMENTO SITUAZIONE DANNO O PERICOLO DANNO A PERSONE O AMBIENTE A PALERMO”

PALERMO, 2 luglio – Con una Pec indirizzata al Sindaco di Palermo, al Comando Carabinieri per la tutela ambientale e all’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Palermo insieme ai consiglieri di circoscrizione ha chiesto “alle autorità indicate di accertare e dichiarare, ognuna per quanto di competenza, se il mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti e dello specifico svuotamento dei cassonetti dell’indifferenziato in molte zone della città di Palermo nei giorni 27, 28, 29, 30 giugno c.a. e 1 luglio c.a. ha determinato una situazione di danno, o pericolo di danno, alle persone e all’ambiente”.

Il documento è stato firmato dai consiglieri comunali del M5S di Palermo, Concetta Amella, Rosalia Lo Monaco, Antonino Randazzo e dai consiglieri di circoscrizione Pasquale Tusa, Saverio Bruschetta, Mirko Dentici, Simona Di Gesù, Daniela Tumbarello, Giovanni Galioto e Alessandro Amore.

“In tutto il territorio cittadino – spiegano i portavoce del Movimento 5 Stelle – persistono una serie di criticità riguardo la gestione dei rifiuti, relativamente alla raccolta dei rifiuti solidi urbani, allo svuotamento dei cassonetti dell’indifferenziato, nonché ai numerosi episodi illeciti di abbandono di rifiuti ed alle diffuse modalità non conformi ai regolamenti per il conferimento degli stessi. Questi sono pieni di percolato che emana odore acre, divenendo inoltre ricettacolo per blatte e topi, oltre al fatto che, in alcuni casi, i cumuli intralciano anche la circolazione stradale”.

Il mancato svuotamento ha coinvolto molte zone della città di Palermo, come ad esempio via Dell’Olimpo, Via Luigi Manfredi, via Wilhem Konrad Roentgen, via Luigi Cosenz, via del Bassotto, Via Di Blasi, nei pressi del teatro Savio, Via Ernesto Basile, via Mozambico.