PALERMO, M5S: “ANCHE STAVOLTA PALERMITANI PAGHERANNO SCOTTO POLITICA MIOPE”

PALERMO, 6 luglio – Un bilancio di previsione 2019 con ridotte risorse disponibilità finanziarie (con 6 milioni in meno rispetto allo scorso anno) e che non contempla alcuna forma di crescita, come hanno ammesso gli stessi esponenti della maggioranza. Questo è in estrema sintesi il documento licenziato da Sala delle Lapidi. “A pagare lo scotto di questa politica miope, saranno come sempre i palermitani onesti dato che, anche stavolta, gli introiti provento delle tasse rimarranno irrisori a causa della difficoltà nel rintracciare chi froda il fisco” spiega Concetta Amella, capogruppo del Movimento 5 Stelle nel consiglio comunale di Palermo. “Alle aziende partecipate, invece, sono stati destinati pochi fondi e questo significa che potranno essere coperte le spese solo per una gestione ordinaria, mentre poco o nulla potrà essere investito per il miglioramento dei servizi offerti ai cittadini. E nonostante i dati negativi che riguardano il tram, e che di fatto stanno facendo sprofondare Amat in un baratro, l’amministrazione persevera nel suo faraonico e inutile progetto per l’incremento della linea su rotaia. Con questi numeri sarà dunque difficile, se non impossibile, innescare un processo virtuoso di sviluppo e progresso in cui a pagarne le conseguenze saranno sempre e solo i palermitani”.