INTIMIDAZIONE A BRANCACCIO, M5S: “QUALCUNO SI INFASTIDISCE PER PRESENZA STATO. MENTALITÀ MAFIOSA DA COMBATTERE”

“I nuovi inquietanti segnali registrati a Brancaccio non rallenteranno minimamente l’intervento dello Stato. Il M5S esprime vicinanza al presidente del Centro d’accoglienza Padre Nostro, Maurizio Artale e alla comunità di Brancaccio”. Lo dichiarano in una nota i parlamentari M5S di Palermo, Roberta Alaimo, Steni Di Piazza, Valentina D’Orso, Aldo Penna, Giorgio Trizzino e Adriano Varrica commentando l’atto vandalico registrato nel quartiere palermitano di Brancaccio neanche un giorno dopo la consegna da parte del Centro di Accoglienza Padre Nostro del progetto definitivo dell’asilo nido ‘I piccoli di 3P’ al Comune di Palermo. “Gli episodi verificatisi neanche 24 ore dopo l’incontro pubblico a cui hanno preso parte anche i parlamentari M5S, dimostrano da una parte che a Palermo c’è ancora una resistenza di mentalità mafiosa da combattere e dall’altra che siamo sulla strada giusta perché qualcuno si infastidisce per la presenza dello Stato. Vogliamo ribadire ancora una volta che le istituzioni sono e saranno presenti più che mai nel contrasto a certi fenomeni, a sostegno della legalità e della parte sana della cittadinanza, e proprio per questo ci attiveremo sin da subito per organizzare un nuovo evento a Brancaccio, per testimoniarlo”.