SANITÀ SICILIA, PENNA (M5S): “ATTESA AL PRONTO SOCCORSO NON PUÒ ESSERE CALVARIO”

La nota del deputato nazionale del MoVimento 5 Stelle, Aldo Penna, sui disagi degli utenti dei pronto soccorso siciliani. “A quanti di noi è capitato di doversi recare al pronto soccorso per una emergenza per poi ritrovarsi a passare delle ore infinite in attesa? Insieme al collega Giorgio Trizzino ci siamo recati all’Ospedale Villa Sofia per visitare l’Aera di Emergenza e ci siamo resi conto, insieme al nuovo Commissario, che c’è ancora tanto lavoro da fare per migliorare i servizi per l’utente finale e rendere più confortevole e veloce la permanenza. Il Villa Sofia, di recente declassato, soffre come molti ospedali siciliani soprattutto di carenza del personale che si traduce in disagi per chi ha la sfortuna di dover ricorrere al pronto intervento. Sorprende che, nonostante ci siano risorse per il reclutamento di nuovo personale medico e paramedico, non si riesca a potenziare l’organico adducendo a pretesto la scarsa partecipazione ai concorsi. Esistono le procedure europee e i bandi internazionali se i medici e i paramedici siciliani non partecipano. Grazie anche al Ministro alla Salute Grillo e al lavoro dei nostri portavoce alla Regione, il M5S sta provando a intervenire sulla sanità del nostro territorio che oggi non garantisce quei livelli che si raggiungono in altre regioni, soprattutto nei pronto soccorso che non possono essere un calvario per i cittadini siciliani. È intollerabile, per esempio, l’assenza di progetti che correggano l’assenza di posti letto o di specialisti per le consulenze per velocizzare gli interventi. Da un lato, infatti, le Aree di Emergenza sono prese d’assalto, dall’altro c’è una colpevole e drammatica carenza di progetti che innovino metodologia e logistica della prima Assistenza. In definitiva, il nuovo commissario se non riuscirà a cambiare radicalmente questa macchia nera nel servizio sanitario d’urgenza avrà già fallito”.