Morte Desirèe, Aldo Penna (M5S): “Necessaria rete di sentinelle civiche”

“La morte di Desirée Mariottini, con il carico di odiosa violenza e barbarie che l’ha accompagnata, pone il problema di come prevenire questa e altre situazioni di pericolo che possono verificarsi domani o dopodomani.
Anche schierando altre centinaia di poliziotti nulla garantisce che non si possano verificare ancora fatti simili.
I cittadini che si indignano dovrebbero fare uno sforzo in più: la delazione etica, cioè non girarsi dall’altra parte quando attorno a loro sta accadendo o si prepara ad accadere un pericolo o un reato.
Solo attraverso una diffusa rete di sentinelle civiche che parlano, telefonano e avvisano le forze dell’ordine molte situazioni violente o di sfruttamento si potrebbero evitare.
Occorrerebbe aiutare questo sentimento e questa propensione a svilupparsi anche con iniziative legislative accanto al numero unico di emergenza capace di rispondere anche a chiamate in lingua diversa dall’italiano e con protocolli di gestione che non prevedano il terzo grado a chi chiama, ma siano tesi a raccogliere e verificare le situazioni di pericolo segnalate, intervenendo con prontezza”