Ambiente: incontro a Palermo col Dirigente generale del Dipartimento regionale

Il 18 maggio 2018, il deputato nazionale Adriano Varrica e il deputato regionale Giampiero Trizzino hanno incontrato il Dirigente generale del Dipartimento regionale dell’Ambiente. Durante l’incontro si è discusso di tre diverse richieste inviate dal MoVimento 5 Stelle.

Con la prima, inviata il 9 maggio, si è chiesto al Dipartimento di avviare tempestivamente le procedure per assegnare a professionisti l’analisi del rischio del Parco Acqua dei Corsari, passo necessario per restituire questo spazio alla seconda circoscrizione e alla città intera. Si è avuta garanzia che il tutto si sbloccherà entro una ventina di giorni.

La seconda richiesta riguarda la struttura nota come “ecomostro di Sferracavallo“. Diversi accessi agli atti e interlocuzioni con gli uffici competenti hanno fatto emergere che il destino di questo immobile fatiscente e pericolante di proprietà statale risulta sospeso da oltre un anno a seguito di uno scambio di corrispondenza tra l’Assessorato regionale territorio e ambiente e l’Amministrazione statale. Il Dipartimento si è impegnato a trasmettere una nota chiarificatrice nella quale declina ogni tipo di interesse per la struttura. A questo punto l’unico interlocutore per la procedura sarà il Ministero Infrastrutture e Trasporti.

Il 14 maggio, infine, è stato sollecitato l’Assessore regionale Cordaro a convocare il Consiglio regionale per la protezione del patrimonio naturale al fine di emettere il parere su uno studio di fattibilità relativo agli interventi per Monte Pellegrino (risorse del “Patto per Palermo”, circa 34 milioni di euro) senza il quale i quattro lotti di lavori per la messa in sicurezza rimarrebbero al palo. Il R.U.P. del Comune di Palermo è in attesa da 4 mesi di tale parere e anche su questo punto si è avuta garanzia di un intervento tempestivo e risolutivo.