Parco Cassarà: intervento M5S su revoca procedura affidamento indagini ambientali

La chiusura del Parco Cassará è stata un colpo per tutta Palermo, privata di un fondamentale spazio di verde urbano. Al netto del procedimento giudiziario in corso, è interesse della cittá che tale polmone venga restituito ai cittadini senza alcun rischio per la salute pubblica. Purtroppo assistiamo a continui annunci di sblocco rapido del procedimento. Basta leggere alcuni titoli di giornale. Agli annunci non seguono atti ugualmente tempestivi ed efficaci. Nella nostra opera di monitoraggio abbiamo scoperto che il 24 aprile il Dirigente dell’Ufficio Ambiente del Comune di Palermo ha revocato la procedura di affidamento delle indagini ambientali preliminari. Ieri, insieme alla consigliera comunale Concetta Amella, ai colleghi deputati Aldo PennaGiampiero Trizzino e Roberta Alaimo e al consigliere di circoscrizione Mirko Dentici Capizzi abbiamo chiesto il riavvio immediato del procedimento e i documenti necessari a monitorare la procedura prevista dall’art. 242 D.Lgs. 152/2006 sul “Parco Cassarà”.
Tramite i nostri consiglieri il MoVimento 5 Stelle Palermo verificherà inoltre le motivazioni che hanno portato all’interruzione della procedura.